Di tutto un po'

mercoledì 3 luglio 2013

Dedicato ad una gran donna: MIA MADRE

C'era una volta un piccolo Pesco.

Bellissimo e delicato e, purtroppo, le tempeste invernali tormentavano il suo fragile ed agile arbusto.

Una giovane ma solida Quercia pensò di proteggere quel delicato alberello... e lo fece...con i suoi rami già possenti ed il verde mantello di foglie.

Il Pesco era felice, si sentiva protetto e ricco d'amore. In breve, in primavera spuntarono bianchi fiorellini i cui semi diedero vita ad altri tre piccoli arbusti simili al Pesco ma, stranamente forti come una Quercia.

Un triste giorno, però, il Contadino della vita trapiantò la Quercia.

Ne aveva bisogno nel Campo degli Angeli a protezione delle sue pecorelle. Il povero Pesco soffrì molto ma, aggrappandosi alla linfa vitale dell'amore per i suoi giovani alberelli, affrontò i venti della vita e, come aveva fatto la Quercia fu scudo per le sue creature che crebbero forti.

Troppo presto il Contadino trapiantò anche quel Pesco nel Giardino degli Angeli.

Nessuno sa come e perchè ma accanto ai tre giovani alberi, là dove era il fragile Pesco nasce un fiore bellissimo e rosso come una fiamma ardente d'amore.

Ciao Mamma!
Continua a leggere »
C'era una volta un piccolo Pesco.

Bellissimo e delicato e, purtroppo, le tempeste invernali tormentavano il suo fragile ed agile arbusto.

Una giovane ma solida Quercia pensò di proteggere quel delicato alberello... e lo fece...con i suoi rami già possenti ed il verde mantello di foglie.

Il Pesco era felice, si sentiva protetto e ricco d'amore. In breve, in primavera spuntarono bianchi fiorellini i cui semi diedero vita ad altri tre piccoli arbusti simili al Pesco ma, stranamente forti come una Quercia.

Un triste giorno, però, il Contadino della vita trapiantò la Quercia.

Ne aveva bisogno nel Campo degli Angeli a protezione delle sue pecorelle. Il povero Pesco soffrì molto ma, aggrappandosi alla linfa vitale dell'amore per i suoi giovani alberelli, affrontò i venti della vita e, come aveva fatto la Quercia fu scudo per le sue creature che crebbero forti.

Troppo presto il Contadino trapiantò anche quel Pesco nel Giardino degli Angeli.

Nessuno sa come e perchè ma accanto ai tre giovani alberi, là dove era il fragile Pesco nasce un fiore bellissimo e rosso come una fiamma ardente d'amore.

Ciao Mamma!

8 commenti: